Alle pendici del Cervino, è una delle località svizzere più rinomate a livello nazionale ed internazionale, meta preferita da tanti sciatori e da semplici amanti della montagna.

Stampa
Share on FacebookShare on Google+Tweet about this on TwitterPin on PinterestEmail this to someone

Zermatt è legata indissolubilmente al Cervino, una delle montagne simbolo delle Alpi, e grazie alla sua caratteristica forma e alla sua fama, famosa in tutto il mondo.

Collocata alle pendici di questa vetta, il paese è situato a poco più di 1600 metri e permette di accedere sia alla parete nord che alla parete est della grande montagna, mentre a sud si trova Cervinia con cui Zermatt condivide il comprensorio sciistico.

Divenuto prima di tutto patria degli amanti dell’alpinismo, si è poi sviluppata per il turismo sciistico, soprattutto invernale ma anche estivo grazie alla facile accessibilità ad alcuni ghiacciai con la neve perenne del Plateau Rosa.

Sciare sullo Zermatt

Il comprensorio di cui fa parte questo grazioso insediamento è quello di Breuil – Cervinia – Valtournenche – Zermatt che è uno dei più estesi delle Alpi con le sue 150 piste in totale per una estensione di circa 350 km, un vero paradiso con diverse altezze, difficoltà e panorami.

Non solo sci alpino, ma nel complesso vi è anche una pista di sci da fondo per gli atleti e appassionati di questa disciplina.
Questa varietà ha permesso a molti campioni di potersi allenare in questo luogo modernamente servito ed attrezzato.

Per chi non scia

I servizi e l’organizzazione svizzera permettono un piacevole soggiorno anche a chi non è un amante dello sci. Oltre al Museo del Cervino, con una ricostruzione del paese del XIX secolo e con numerosissimi reperti e curiosità legate a questa affascinante montagna, è possibile godere di eleganti SPA e aree wellness: spesso queste si trovano all’interno di hotel ma sono aperte anche a utenti esterni.

Qui quando si parla di shopping si intende quello di prodotti enogastronomici tipici e dell’artigianato della zona, magari per ripagarsi di tutta la fatica spesa nelle escursioni nei luoghi panoramici vicini.

Stampa