Il castello di Malpaga sorge sulle rive del fiume Serio, a Cavernago in provincia di bergamo, e rappresenta una vera e propria bellezza architettonica.

Stampa
Share on FacebookShare on Google+Tweet about this on TwitterPin on PinterestEmail this to someone

In uno splendido scenario di boschi, campi e cascine non lontano dal fiume Serio sorge il castello di Malpaga, una delle costruzioni più tipiche della Lombardia non solo per le vicende storiche ambientate nella fortezza ma che per il valore architettonico.
Il castello di Malpaga che si trova a Cavernago, a pochi passi da Bergamo, domina un distesa di 300 ettari di campi all’interno del parco del fiume Serio, un tempo dimora del condottiero Bartolomeo Colleoni.

Il Colleoni, per rendere difendibile il castello, fece innalzare le mura e costruire degli alloggi per le truppe. Fu creato anche un secondo fossato e il castello venne circondato da porte fortificate e scuderie per renderlo inaccessibile al nemico. Nella fortezza furono organizzate battute di caccia, tornei e giochi. Bartolomeo Colleoni ebbe la fortuna di abbellire il castello grazie al contributo di alcuni artisti dell’epoca.

Gli interni

Nel cortile interno è presente un affresco attribuito a Romanino che rappresenta la battaglia della Riccardina: una raffigurazione importante che rappresenta realisticamente la scena bellica, le armature, i combattenti, i cavalli. L’affresco si trova all’aperto ed è deteriorato dalle intemperie e dal sole, ma si vede comunque il disegno.

Degli affreschi sono presenti anche al piano superiore del castello: su alcune pareti sono raffigurate delle allegorie che testimoniano la sensibilità del condottiero.
Merita la visita anche la camera da letto del Colleoni che ha una particolarità. Nella stanza manca infatti il camino per una ragione di sicurezza, si voleva infatti evitare un’intrusione nemica attraverso la canna fumaria.
Nelle finestre, sempre per una ragione di sicurezza, erano stati posti degli sbarramenti per evitare attentati al re. In questa stanza si può ammirare un piccolo affresco sacro del Quattrocento.

Un luogo da visitare per vivere l’atmosfera del tempo e ammirare la bellezza degli affreschi e del panorama circostante. Il castello di Malpaga è unico nel suo genere.

Stampa