Una vacanza sotto il sole dei Caraibi, in un’isola dove si possono ammirare i fenicotteri. La metà da raggiungere è Aruba dove ci sono alcune spiagge più belle del mondo.

Stampa
Share on FacebookShare on Google+Tweet about this on TwitterPin on PinterestEmail this to someone

Poco distante dalle coste del Venezuela, Aruba è un’isola magnifica, situata nella parte più meridionale dei Caraibi, al di sotto della linea degli uragani.
Sede di alcune delle spiagge più belle del mondo, è una meta imperdibile per chi è alla ricerca di mare da sogno, pace ed estrema tranquillità.

Sebbene faccia parte delle Antille Olandesi, Aruba è dal 1986 uno stato autonomo con capitale Oranjestad.
Molto diversa dalle altre isole dei Caraibi sia per clima che vegetazione, essa vanta un’ulteriore particolarità.  Dai suoi rubinetti viene infatti erogata acqua perfettamente potabile, cosa piuttosto insolita per la zona geografica!

Quando andare ad Aruba

Una delle particolarità di Aruba è quella di essere l’isola dei Caraibi con più giorni di sole all’anno.
Le temperature si aggirano sempre attorno ai 28° gradi, grazie ai freschi venti alisei che abbassano nettamente il tasso di umidità ed è dunque una destinazione ottima durante tutto l’anno.

Raggiungerla è facile grazie ai voli di linea che la collegano all’Italia con un unico scalo ad Amsterdam o negli Stati Uniti.

Cosa vedere ad Aruba

Le principali attrattive dell’isola sono sicuramente le spiagge: magiche, incantevoli, semplicemente indimenticabili.
Le più celebri sono la Eagle Beach, conosciuta per essere stata inclusa tra le 10 migliori spiagge al mondo e la Flamingo Beach, nota per essere popolata dai fenicotteri rosa.
Essa sorge sull’isola artificiale privata di Renaissance Island, proprietà del Renaissance Aruba Resort & Casino e aperta tutti i giorni dalle 7.00 alle 19.00. Qui, gli eleganti uccelli colorati si aggirano indisturbati tra i bagnanti, regalando ottime occasioni per meravigliose fotografie.

Da non perdere anche il Parco nazionale Arikok, il parco più grande dei Caraibi. Aruba è infatti, per il 20% del suo territorio, una riserva naturale protetta, da visitare per godere di bellissimi panorami, siti storici e naturali nonché affacci mozzafiato sulla parte dell’isola più deserta e rocciosa.

Cosa fare ad Aruba

Oltre a riposare e ad abbronzarsi sotto il caldo sole dei Caraibi, ad Aruba è possibile praticare un sacco di attività, per arricchire il proprio viaggio di esperienze ed emozioni indimenticabili.
Ci si può dedicare, per esempio, alle immersioni tra i pesci della barriera corallina oppure al windsurf e al kitsurfing, per i più spericolati amanti del mare.
È possibile inoltre praticare golf, equitazione e beach tennis.

Stampa