Fino al 15 settembre 2018, lo Spazio Aquileia a Jesolo ospita una mostra dedicata all’Antico Egitto. L’esposizione conta di numerosi reperti storici e postazioni multimediali interattive. Presente in anteprima la ricostruzione del volto della mummia di Asti e la ricostruzione della tomba di Tutankhamon in scala 1:1.

Stampa
Share on FacebookShare on Google+Tweet about this on TwitterPin on PinterestEmail this to someone

Quanti di voi hanno mai sognato di tornare indietro nel tempo? Visitare epoche remote, così antiche da costituire l’inizio della civiltà di cui oggi tutti facciamo parte? L’Antico Egitto è uno di quei luoghi magici e misteriosi, ricchi di misticismo, in cui è possibile perdersi e rimanere affascinati dalla cultura senza tempo dei faraoni e delle divinità egizie. Al Lido di Jesolo, nello Spazio Aquileia 123, dal 26 dicembre 2017 al 15 settembre 2018 si può respirare un po’ di quella lontana magia grazie alla mostra Egitto. Dei, faraoni, uomini. L’esposizione è a cura di Emanuele Ciampini e Alessandro Roccati, prodotta da Cultour Active e Venice Exhibition e promossa dalla Città di Jesolo con Culture Active e Venice Exhibition.

La mostra è stata ideata e affidata a un gruppo di egittologi, personalità rilevanti e di prestigio nell’ambito degli studi sull’Antico Egitto. I reperti che verranno esposti provengono da musei e collezioni pubbliche e private molto importanti, come il Museo Nazionale del Cairo, il Museo di Scultura Antica Giovanni Barracco di Roma, il Museo Archeologico Nazionale di Firenze – Museo Egizio, il Museo Civico Archeologico di Asti e il Museo Civico di Storia ed Arte di Trieste.

Si potranno conoscere le vicende storiche della civiltà del fiume Nilo, con approfondimenti sulle dinastie dei Faraoni, delle divinità egizie e delle pratiche legate al mondo dell’oltretomba. Ci saranno sezioni dedicate anche all’arte, alla scrittura, ai riti e alle usanze. Un’area particolare sarà appositamente riservata alle donne che resero grande l’Egitto: Regine e Dee che contribuirono ad aumentarne il prestigio.

Il percorso espositivo consiste in undici tappe, in cui il pubblico verrà guidato all’interno dell’antica cultura egizia attraverso varie collezioni di reperti originali e di proiezioni animate. Infatti, non mancherà una parte multimediale e interattiva con cui la tecnologia servirà per immergersi sempre più nei misteri delle divinità e dei faraoni che hanno fatto la storia di questa grande civiltà.

Il fulcro della mostra è rappresentato dalla mummia di Asti, che apparirà per la prima volta esposta al pubblico. I visitatori avranno al possibilità di partecipare a una vera e propria attività di ricerca scientifica grazie a un’installazione multimediale. Anche in questo caso, la tecnologia è d’aiuto nel ricostruire il volto della famosa mummia, mostrato in anteprima assoluta. I misteri avvolgono già il corpo imbalsamato della mummia di Asti. Chi era? Chi ha interrotto il suo lungo sonno? E quando? Queste e altre domande troveranno risposta all’interno della sala espositiva.

Un’altra novità della mostra sarà la presenza di due delle più emblematiche camere sepolcrali egizie: la tomba dell’artigiano Pashed e la leggendaria tomba di Tutankhamon, il “faraone fanciullo”, perfettamente ricostruite in scala 1:1.

Egitto. Dei, faraoni, uomini. è una mostra assolutamente da non perdere, adatta a tutti, grandi e piccini, dove grazie all’aiuto di installazioni interattive si riesce a carpire lo spirito dell’Antico Egitto e rimanerne affascinati.

Info

Spazio Aquileia
Via Aquileia 123, Lido di Jesolo (VE)
26 dicembre 2017 – 15 settembre 2018
Venerdì, sabato, domenica 10 – 18
Biglietto intero: 16 €
www.mostraegitto.com

Stampa